Autotrapianto dei capelli

Degenza Tipo di anestesia Effetti
1-2 giorni Locale Ringiovanimento

Perdita di capelli

La calvizia rappresenta uno dei problemi più frequenti per cui gli uomini ricorrono alla chirurgia estetica. La patologia (nota come alopecia androgenetica) si sviluppa su base ormonale, condizionata dalla propria familiarità genetica. Le aree che sono solitamente interessate dalla progressiva perdita dei capelli sono quella frontale e superiore, e ciò dipende in gran parte dal fatto che nei bulbi capilliferi di queste aree è presente una maggiore attività enzimatica in grado di trasformare il testosterone in una forma più potente, che provoca il progressivo assottigliamento e poi la morte del follicolo. I capelli delle sedi temporali ed occipitale invece non soffrono di questa problematica, e ciò è utile in quanto il loro trapianto nelle aree calve fa sì che il rinfoltimento sia definitivo.

Intervento di autotrapianto di capelli

L’intervento chirurgico di autotrapianto è, ad oggi, l’unica metodica scientifica dimostratasi valida per questo problema. L’intervento si esegue in anestesia locale, e consiste nel togliere una striscia di capelli dall’area occipitale o temporale, sezionarla fino ad ottenere piccoli innesti composti da 1-3 bulbi ognuno. La zona donatrice viene quindi suturata e gli innesti vengono trapiantati nell’area da trattare. Con questa tecnica si trapiantano le singole unità follicolari e si ottengono risultati molto naturali, senza aspetto artificiale della zona trapiantata.

L’intervento richiede tempo (3-5 ore) ma è del tutto confortevole, ed il paziente può tornare immediatamente a casa senza alcun bendaggio o medicazione. Nei giorni successivi ci sarà solo un po’ di gonfiore e qualche segno nella regione trattata. Progressivamente il gonfiore scompare e le piccole crosticine presenti sul cuoio capelluto si distaccano lasciando una situazione simile a quella preesistente. La ricrescita dei capelli inizia fin da subito ma non si manifesta visivamente prima di 3-4 mesi. Per giudicare il risultato conviene aspettare almeno un anno, cioè il tempo sufficiente per i capelli trapiantati a raggiungere una lunghezza normale.

Il limite maggiore dell’intervento è quello del non poter dare in una sola sessione chirurgica una densità simile a quella naturale. Saranno perciò necessari più interventi tramite i quali si potrà ottenere una buona densità. Tali intervenni devono essere programmati con il chirurgo ma si eseguono di norma ogni 6 mesi-un anno

Foto dopo l'autotrapianto di capelli
Foto autotrapianto di capelli
Foto autotrapianto di capelli
Foto al microscopio della perdita di capelli

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi