Otoplastica

Degenza Tipo di anestesia Effetti
1-2 giorni Locale Ringiovanimento

Cosa è la otoplastica?

La deformità dell’orecchio comunemente nota come orecchio a sventola (elice valgo in termini tecnici) è congenita ed ha una componente ereditaria, e può essere definita tale quando l’angolo fra l’orecchio ed il cranio è più aperto del normale. Più comunemente sono interessate entrambe le orecchie, ma a volte può essere valgo anche un solo orecchio. Questa deformità non ha alcuna rilevanza funzionale in quanto non determina deficit acustici, ma può avere una profonda rilevanza psicologica sin dalla prima età scolastica, con l’inizio dei primi contatti sociali extra familiari, che può portare a veri e propri complessi di inferiorità. L’otoplastica è l’intervento che viene realizzato per riposizionarle in sede corretta e creare una piacevole e naturale morfologia del padiglione auricolare. L’intervento può infatti essere eseguito anche per correggere padiglioni auricolari eccessivamente grandi, orecchie ad ansa (dove la parte superiore del padiglione è piegata in avanti), le orecchie piccole ed accartocciate e le orecchie dove non si hanno le naturali pieghe cartilaginee.

Effetti della otoplastica

La particolare crescita anatomica dell’orecchio (che ha praticamente completato il suo sviluppo già a 4-5 anni) permette la correzione già in età prescolastica, anche se nella maggior parte dei casi si attende il completamento dello sviluppo (18-20 anni). Il trattamento è essenzialmente chirurgico in quanto l’unico trattamento medico parzialmente efficace (bendaggio compressivo rigido) deve essere iniziato subito alla nascita. L’intervento non ha nessuna ripercussione sull’udito. L’intervento non solo modifica la conformazione dei padiglioni, ma conferisce un aspetto più armonioso all’intero volto.

Intervento di otoplastica

Come per ogni intervento chirurgico, è necessario non assumere aspirina ed antinfiammatori per almeno 7-10 giorni prima dell’intervento. L’intervento si esegue comodamente in anestesia locale (con o senza sedazione a seconda del grado di ansietà del paziente) e non necessita di ricovero. Si eseguono in sostanza dei rimodellamenti strutturali delle cartilagini così da far loro recuperare le normali curvature. L’intervento da ottimi risultati con un recupero di una forma molto naturale, senza evidenza di cicatrice. Nel post-operatorio vi può essere un lieve dolore facilmente tollerabile, i punti vengono tolti dopo 10 giorni e la medicazione lasciata in sede per altri 10 giorni circa. Il gonfiore regredisce in circa 4-5 settimane ed il risultato è stabile dopo 1-2 mesi. Le complicanze sono rare e rappresentate dalla possibile formazione di un ematoma (eliminabile con una semplice puntura evacuativa) e dalle infezioni, che si prevengono con la somministrazione intraoperatoria di un antibiotico. Le cicatrici cutanee sono poco visibili, perché generalmente situate nella parte posteriore del padiglione o nascoste nel solco retroauricolare.

Foto effetti della otoplastica
Foto otoplastica
Foto otoplastica
Foto intervento di otoplastica

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi