Crioterapia estetica

Degenza Tipo di anestesia Effetti
1-2 giorni Locale Ringiovanimento

Cosa è la crioterapia estetica?

La crioterapia è una metodica ambulatoriale che si basa sull’utilizzo del freddo che è in grado di congelare i tessuti e distruggerli (si utilizza prevalentemente l’azoto liquido, che viene erogato attraverso una speciale strumentazione ed è capace di raggiungere una temperatura di molti gradi sotto lo zero). I gas criogeni non sono dannosi per l’organismo né per l’ambiente, nella forma e nell’uso in questione, ed il congelamento dei tessuti è una metodica utile per il trattamento di molte lesioni cutanee.

Principali usi della crioterapia estetica

Oggi si utilizza la crioterapia per il trattamento di alcune lesioni cutanee superficiali:

  • Verruche
  • Fibromi
  • Lentigo
  • Cheratosi
  • Mollusco contagioso

La crioterapia non ha praticamente controindicazioni se non per quelle persone che sono affette da crioglobulinemia o da altre patologie in cui sia presente una alterata sensibilità al freddo.

Trattamento crioterapico

Per il trattamento non è necessaria alcuna particolare preparazione. Una volta disinfettata la cute della regione da trattare, si procede all’applicazione sulla pelle della sonda criogenica. L’erogazione del gas alla temperatura di -55°C determina la progressiva discesa della temperatura della zona di contatto fino a raggiungere il punto di congelamento. Quando la temperatura del tessuto scende al di sotto del punto di congelamento, le cellule muoiono. Il trattamento non è doloroso, se non nel momento in cui il tessuto va incontro a congelamento, quando si avverte una sensazione di lieve dolore pungente, che si risolve immediatamente non appena il congelamento determina la morte cellulare. Per completare il trattamento potranno essere necessari anche due o più cicli di congelamento, ognuno dei quali non richiede più di qualche secondo, per cui l’intera procedura risulta rapidissima. Al termine del trattamento verrà applicata sull’area trattata una medicazione antibiotica, che dovrà essere mantenuta in sede per 24 ore.

Effetti crioterapia estetica

A seconda del tipo e della estensione della lesione da trattare potrà essere necessario ripetere il trattamento a distanza di tempo. La zona trattata andrà incontro ad un processo infiammatorio locale, con arrossamento, gonfiore e talvolta anche leggero dolore. L’infiammazione regredirà spontaneamente dopo 24-36 ore, e nei giorni successivi, si potrà formare una bolla e successivamente di una crosta, che dovrà essere lasciata cadere spontaneamente. La crosta cadrà spontaneamente dopo un periodo di 7-15 giorni, con piena guarigione dei tessuti. L’area trattata dovrà essere tenuta pulita in questo periodo per prevenire possibili, ancorché rare, infezioni. Alla caduta della crosta la cute della zona trattata apparirà arrossata e sensibile ma priva della lesione originaria ed andrà protetta con una crema idratante con schermo solare totale. E’ necessario evitare di esporsi al sole o ai raggi UVA per circa 6 settimane dopo il trattamento, e successivamente esporvisi con protezione. Progressivamente la cute tornerà alla propria colorazione naturale. Dopo 20-25 giorni si valuterà l’esito del trattamento e si potrà provvedere ad un nuovo trattamento in caso di risultato parziale.

Foto crioterapia estetica
Foto crioterapia estetica
Foto crioterapia estetica
Foto crioterapia estetica

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi