Fotoringiovanimento con laser 1540 frazionale (non ablativo)

Cosa è il laser frazionale?

Da alcuni anni il progresso della tecnologia ha reso disponibili dei laser con tecnologia cosiddetta frazionale (il raggio laser viene frazionato all’origine ed arriva sulla pelle sotto forma di un numero elevato di micro raggi discontinui), che permettono di concentrare le proprietà di ablazione e di stimolo termico del laser sul tessuto solo in corrispondenza di alcuni punti separati da aree di cute indenne. Ciò permette di ringiovanire la pelle con una notevole profondità di azione e con una importante stimolazione termica del connettivo, ma riducendo l’aggressività rispetto ai tradizionali trattamenti laser ablativi, e quindi di conseguenza riducendo o eliminando i tempi di convalescenza. Le tecnologie frazionali possono avere, a seconda del tipo di sorgente laser utilizzata, un effetto ablativo, cioè con rimozione degli strati superficiali, e quindi con una esfoliazione visibile e qualche giorno di convalescenza (laser CO2 frazionale), oppure un effetto non ablativo, senza rimozione degli strati superficiali, e quindi senza convalescenza (laser 1540 frazionale).

Laser 1540 non ablativo

Il laser 1540 non ablativo emette una “pioggia” di micro raggi laser che colpisce la cute determinando dei fenomeni di coagulazione “a colonna”, in profondità nel tessuto, lasciando pressoché intatta la superficie cutanea. Le microaree di tessuto coagulato dal laser stimolano un processo di guarigione, ristrutturazione e rimodellamento della pelle simile a quello ottenibile con un trattamento massivo dell’intera superficie trattata, ma limitatamente alle singole “colonne” di interazione laser-cute. Questo fa si che, poiché l’effetto del laser si manifesta tutto in profondità, la superficie risulti pressoché intatta anche dopo trattamenti eseguiti ad energia elevata. In questo modo non si ha esfoliazione ed il post-trattamento è rappresentato solo da un arrossamento e da un lieve gonfiore di durata variabile da qualche ora a qualche giorno. La mancanza di un periodo di convalescenza permette di non interrompere le proprie attività sociali e lavorative.

Trattamento con laser frazionale

Il trattamento non è invece in grado di eliminare le rughe o i solchi profondi e le rughe dinamiche da contrazione muscolare. Il trattamento è controindicato nelle pelli molto scure, o nere, per l’alto rischio di alterazioni della pigmentazione, per chi si è sottoposto, nei 6 mesi precedenti, a terapia antiacne sistemica con retinoidi, per chi ha tendenza a sviluppare cicatrici ipertrofiche o cheloidee, o quando vi è una infezioni in corso della pelle.

In questo caso la preparazione al trattamento può anche essere nulla, pur se un preventivo uso di creme leviganti, a base di alfaidrossiacidi per esempio, aiuta ad avere una migliore azione del laser. L’unica limitazione rimane la necessità di avere una pelle non abbronzata. Il trattamento risulta appena fastidioso ma può essere reso più agevole da una preventiva anestesia locale tramite un crema anestetica lasciata agire per un’oretta. Il trattamento si esegue di solito su tutto il viso con lo scopo di migliorare la grana della pelle ed i pori, ma vi sono altre indicazioni, quali le cicatrici di acne e le smagliature, che ottengono con questo laser risultati straordinari. La metodica si esegue in ambulatorio in tempi variabili a seconda delle aree da trattare (30-40 minuti per un viso intero, 10-15 per aree ridotte, quali il contorno degli occhi o della bocca, un tempo variabile nelle altre indicazioni, che può essere di 1-2 minuti per il trattamento di piccole cicatrici o anche più di un’ora per smagliature estese e numerose). L’impegno postoperatorio è minimo rispetto a qualsiasi altra procedura di foto ringiovanimento quali i laser resurfacing non frazionali, o i laser resurfacing frazionali. La ripresa delle proprie attività sociali e lavorative è immediata e non si ha interruzione della vita di relazione. Infatti l’effetto del trattamento consiste in un lieve arrossamento, facilmente minimizzabile con un leggero trucco e un po’ di gonfiore della durata di 24-48 ore. La guarigione si completa in 5-6 giorni ma di fatto non si osserva alcuna modificazione della superficie cutanea. Solo in caso di trattamenti con energie molto elevate, e soprattutto per le aree non facciali, si può avere un arrossamento residuo di qualche settimana. Il laser frazionale 1540 non ablativo produce un effettivo rimodellamento di tutto lo strato cutaneo attraversato, per una profondità che può anche essere superiore al millimetro, con conseguente miglioramento della grana cutanea, dei pori, della micro rugosità e di altre microlesioni della pelle. Il rimodellamento così ottenuto è particolarmente apprezzabile su lesioni strutturali della cute, quali le smagliature e le cicatrici. Le cicatrici di acne vanno incontro ad un miglioramento drammatico in seguito al rimodellamento di tutto lo strato profondo della pelle, con un risultato stabile e duraturo. Anche le smagliature trovano in questo laser (Starlux Palomar 1540, l’unico ad aver ottenuto l’autorizzazione FDA americana per questo tipo di trattamento) una terapia realmente efficace: ovviamente l’effetto non sarà quello di eliminare le smagliature, ma quello di rimodellare a tal punto la superficie cutanea che le smagliature risultino pressoché invisibili.

Effetti fotoringiovanimento con laser frazionale

Gli effetti collaterali sono pressoché assenti, in quanto la modalità di erogazione dell’energia fa si che lo strato superficiale della cute sia risparmiato dal trattamento, il che favorisce una rapidissima guarigione, con immediato ritorno alla normalità del colorito e della sensibilità della pelle stessa. Inoltre, il ridotto insulto termico provocato ai tessuti fa si che non si abbia in pratica alcun rossore residuo. Anche dopo questo trattamento è comunque tassativo l’uso di schermi solari totali da applicare per almeno due mesi. Le complicanze sono estremamente infrequenti ma possono essere rappresentate da Infezioni cutanee (in genere causate da una scarsa igiene nell’immediato postoperatorio), riattivazioni di Herpes (come per ogni procedura laser il rischio è limitato dall’assunzione di antivirali prima dell’intervento), maggiore sensibilità della cute agli stimoli termici e luminosi (l’utilizzo di adeguati filtri solari rende minimo questo rischio).

Questo laser associa quindi i vantaggi di una grande efficacia terapeutica con la possibilità di riprendere immediatamente le proprie attività. L’effetto clinico verrà ottenuto dopo una serie di sedute (da 3 a 8 di solito) ripetute ad intervalli mensili con il risultato di un progressivo e profondo rinnovo dell’epidermide e del derma.

Fotoringiovanimento con laser frazionale
Fotoringiovanimento con laser frazionale
Fotoringiovanimento con laser frazionale
Fotoringiovanimento con laser frazionale

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi